Main page
St. Tikhon's Orthodox University
Certificato di Registrazione Statale
 
Registrati
Hai dimenticato la Password?

Universita notizie
Padre Vladimir Vorobev in visita allUniversità Cattolica del Sacro Cuore

Si è conclusa martedì 2 aprile la visita in Italia della delegazione ufficiale dellUniversità Ortodossa San Tichon composta dal rettore dellUniversità padre Vladimir Vorobev e da due sacerdoti, padre Georgij Orechanov, Prorettore per le Relazioni internazionali, e padre Konstantin Polskov, Prorettore per la Ricerca scientifica. Meta del viaggio: lUniversità Cattolica del Sacro Cuore di Milano, istituzione con cui lUniversità San Tichon collabora ormai da più di sei anni.

La visita ha avuto inizio il 31 marzo, quando gli ospiti sono stati accolti in largo Gemelli da alcuni studenti della Cattolica con un enorme striscione che riportava la scritta in cirillico ! [Benvenuti!]. Dopo questa inaspettata accoglienza, la delegazione russa ha incontrato il prof. Franco Anelli, rettore dellUniversità Cattolica: è la prima volta che i rettori dei due istituti hanno la possibilità di incontarsi di persona. Durante il colloquio si è ripercorsa brevemente la storia della collaborazione tra le due università: i viaggi di decine di studenti exchange, i frequenti scambi tra professori, la conferenza internazionale Il destino della bellezza: la bellezza nella prospettiva delle scienze umanistiche (Mosca, aprile 2012), il progetto di traduzione in russo dellOpera Omnia di S. Ambrogio di Milano, in collaborazione con la Biblioteca Ambrosiana, ed infine la mostra La luce splende nelle tenebre: la testimonianza della Chiesa Ortodossa Russa negli anni della persecuzione sovietica, inaugurata al Meeting di Rimini nellagosto 2013 e esposta dal 31/3 al 4/04 nei chiostri dellUniversità Cattolica. A conclusione dellincontro il prof. Anelli ha sottolineato come questa collaborazione, nata nel 2008 grazie ai rapporti tra alcuni professori delle facoltà di Scienze Linguistiche (UCSC) e Filologia (PSTGU), ha dimostrato nel corso degli anni di essere in grado di portare avanti progetti di alto livello scientifico: è quindi necessario dare alla partnership una veste sempre più istituzionale. Lo stesso giudizio è stato poi espresso dalla prof.ssa Luisa Camaiora, preside della facoltà di Scienze Linguistiche, che ha parlato della possibilità di uno sviluppo quantitativo e qualitativo dei rapporti tra Cattolica e San Tichon.

Nel pomeriggio la delegazione ha incontrato il direttore di sede dellUniversità Cattolica di Milano, dott. Mario Gatti, e il responsabile della Didattica, dott. Michele Faldi, con cui si è discussa la possibilità di avviare un programma di Double Degree tra la due università. Si sono poi individuati alcuni eventi di portata minore che possano aiutare a porre le premesse necessarie a un progetto così complesso: una scuola russo-italiana nellestate 2015 e una mostra sulla famiglia cristiana da proporre al prossimo Meeting di Rimini.

La sera del 31 marzo, in occasione della apertura della mostra La luce splende nelle tenebre nei chiostri della Cattolica, padre Vladimir Vorobev ha tenuto un incontro sui martiri russi del XX secolo, morti a causa della loro fede negli anni della persecuzione sovietica, raccontando anche della sua personale amicizia con alcune importanti personalità di fede dellepoca. Allincontro erano presenti non solo numerosi studenti e professori dellUniversità Cattolica, ma anche rappresentanti della Chiesa Ortodossa Russa del nord Italia.

Il giorno successivo padre Georgij Orechanov ha tenuto una lezione sulla religiosità di L. Tolstoj per gli studenti di slavistica, e nel pomeriggio ha incontrato il vicerettore della Facoltà Teologica di Milano, prof. A. Cozzi. Durante la visita, si è ipotizzata lorganizzazione di una serie di conferenze sul tema Cristianesimo e nuovo umanesimo, dedicate a diversi aspetti dellantropologia cristiana, tra cui lattività pastorale, la famiglia e il matrimonio, la bioetica, gli aspetti sociali della vita della chiesa, il lavoro con i giovani.

Ci auguriamo che questa visita sia servita a rafforzare i legami didattici e di ricerca con i colleghi italiani, permettendo una sempre maggiore conoscenza reciproca.

Aggiungere link al materiale

Il codice HTML per il tuo sito o blog