Main page
St. Tikhon's Orthodox University
Certificato di Registrazione Statale
Registrati
Hai dimenticato la Password?

582 10 2013 , 29 2014 . 785

Universita notizie
Decennale di collaborazione con lUniversità Cattolica: secondo giorno della Settimana Italiana
Il secondo giorno della Settimana italiana in San Tichon la professoressa Giovanna Rossi ha tenuto una lezione dal titolo La famiglia come risorsa della società. Questo tema assume particolare pregnanza nella situazione di polemica tra i sostenitori della famiglia naturale o nucleare e i suoi oppositori, i quali ritengono che la famiglia impedisca lo sviluppo delle relazioni sociali proprie dellindividuo. Esaminando il conflitto delle due diverse opinioni sulla famiglia nella comunità contemporanea europea, la professoressa Giovanna Rossi giunge alla conclusione dellunicità della famiglia come istituzione sociale, le cui funzioni non possono essere realizzate da nessun altra comunità.

Gli storici dellarte provenienti dallItalia e dalla Russia hanno condotto una tavola rotonda dal titolo Il concetto del Sacro nellarte cristiana occidentale e orientale. Il professor Marco Rossi ha fatto un intervento sulla Polemica attorno allimmagine sacra: lopposizione tra Grigorij Dvoeslov e gli ikonoborcy (coloro che non adorano le icone) e il professor Alessandro Rovetta ha raccontato dellarte sacra e dellarchitettura dopo il Concilio di Trento.

Dall´Università Ortodossa San Tichon sono intervenuti Ekaterina Sheko, responsabile della cattedra di Iconografia, Nina Sekačeva, docente della cattedra di Teoria e Storia dellarte cristiana e Natalia Vaganova, docente della cattedra di Filosofia della Religione e degli aspetti della cultura religiosa presso la Facoltà di Teologia. Il secondo giorno della settimana italiana si è concluso con la lezione aperta al pubblico Tra la parola e il silenzio. Lesperienza poetica di Clemente Rebora negli anni della prima guerra mondiale della professoressa Maria Teresa Girardi, docente dellUniversità Cattolica di Milano. Il poeta milanese Clemente Rebora (1885-1957) è uno dei più importanti innovatori della lingua poetica italiana del ventesimo secolo. Su di lui ebbero influenza anche scrittori russi, che egli tradusse tra il 1919 e il 1922, in primo luogo Gogol e Tolstoj.

Aggiungere link al materiale

Il codice HTML per il tuo sito o blog