Main page
St. Tikhon's Orthodox University
Certificato di Registrazione Statale
Registrati
Hai dimenticato la Password?

582 10 2013 , 29 2014 . 785

Universita notizie
Il coro da camera dellUniversità San Tichon ha partecipato al festival canoro di Valaam
Durante gli ultimi giorni di luglio sullisola di Valaam si è tenuto il Terzo Festival Internazionale di San Vladimir, festival dedicato al canto ortodosso e intitolato Provoditel. Dalla Russia, Armenia, Georgia, Serbia e Cipro si sono riuniti famosi gruppi e solisti che eseguono canti della tradizione canora ortodossa.

Luniversità San Tichon al festival ha presentato il coro da camera della facoltà di canto liturgico diretto dalla docente presso Tatjana Ivanovna Koroleva. Il programma dellesibizione del coro della San Tichon è stato pensato come unofferta al venerabile Sergio e ad Hermann di Valaam e al santo principe Vladimir. Attraverso lesibizione si è voluta anche mostrare la specificità delle attività svolte presso la facoltà, dando un assaggio dei diversi stili di canto religioso.

I
l programma della prima esibizione del concerto Ora e sempre. Dalla basilica al conservatorio, che si è svolto nella chiesa principale della Trasfigurazione del monastero il giorno 29 luglio, era intitolato Splenda la vostra patria sempre, gloriosi sono i taumaturghi russi!. Sono stati eseguiti i salmi Signore, a te ho gridato! e due vesperi dedicati a san Sergio e Hermann di Valmaan.

Più avanti è risuonato il magnificat al prinicipe Vladimir in tre stili canori. Ha completato lesibizione il frammento del canone al principe Vladimir, redatto dal defunto sacerdote Afanasij (Sacharov), sulla melodia della Lavra Kyevo Pečers´ka.

Per il concerto di gala dellultimo giorno di festival il coro da camera della San Tichon ha preparato dei canti, dedicati alla memoria dei nuovi martiri e ai confessori della fede russi.

Nellintervista appena prima dellesibizione, la direttrice del coro Tatjana Ivanovna Koroleva ha sottolineato: Noi molto spesso diciamo ai nostri studenti: Voi avete la possibilità di studiare, servire e andare liberamente in chiesa grazie alle gesta dei nuovi martiri. I confessori della fede russi sono persone straordinarie, e quello lo capiscono tutti. I nostri studenti devono così cantare perché nella memoria di quellepoca di persecuzioni sanguini il cuore.

Al concerto di gala, che ha avuto luogo sul palco presso le mura del monastero, il coro della San Tichon ha presentato una composizione che comprendeva la lettura di frammenti di una lettera del santo patriarca Tichon e delle lettere del defunto sacerdote e santo Afanasij (Sakharov). La composizione includeva anche il canto dei vesperi della liturgia dedicata al patriarca Tichon e scritta dallarciprete Vladimir Vorobev (rettore delluniversità San Tichon) tratta dalla liturgia A tutti i santi, che risplendono in terra russa, il cui autore è Santo Afanasij.

Aggiungere link al materiale

Il codice HTML per il tuo sito o blog